Messier e le sue comete

Messier e le sue comete

Messier Ú stato un grande cacciatore di Comete. Per avere una lista completa (o quasi) delle comete scoperte od osservate da Messier fare riferimento al sito SEDS

In questa pagina verra progressivamente inserito per ogni cometa:
- Riferimento ad articolo di Messier su Memoire de L'Academie Royale
- Informazioni sintetiche sulla cometa
- Disegni di Messier raffiguranti il percorso della cometa tra le costellazioni.
- Articoli o altro materiale di Dettaglio da mie Presentazioni e conferenze

Salvo se diversamente specificato, i disegni dei percorsi delle comete tratti dalle Histoire & Memoires de le classes des sciences de l'Academie Royale sono stati acquisisti presso l' Ist.Lombardo Accademia di Scienze e Letteredi Milano, che si ringrazia sentitamente.

Ringrazio inoltre il mio amico, prof. Federico Manzini profondo conoscitore di Messier e autore di un libro ed un CD-ROM (*) sul Catalogo e sulla Vita di Messier per avermi reso disponibile fotocopia della quasi totalitÓ delle memorie di Messier e altro materiale.

Informazioni di Copyright

Tutto il materiale presentato qui e nelle pagine correlate pu˛ essere liberamente utilizzato, salvo citazione come fonte del presente sito e del suo URL (indirizzo WEB) e degli eventuali riferimenti da me citati nella singola pagina.

Elenco materiale disponibile

  • Come sono classificate le comete
  • La cometa del 1758 e la (ris)scoperta di M1
    L'osservazione di M1 da parte di Messier, con le descrizioni dell'ogggetto nei vari cataloghi e la storia della sua scoperta da parte di Bevis nel 1731
  • Il ritorno della cometa di Halley nel 1759
    Primo ritorno atteso della cometa di Halley
  • Le due comete del 1760
    Sono fonte di qualche curiositÓ, tra cui una mancata osservazione di NGC2903 nella testa del Leone
  • Le due comete del 1766
    Sono fonte di qualche curiositÓ, tra cui una mancata osservazione di M74 nei Pesci
  • La cometa del 1769 e Messier
    Da una conferenza tenuta al Cirolo Astrofili di Milano
    La cometa del 1769 Ŕ stata una grande cometa: ben visibile ad occhio nudo per parecchi mesi, ha sviluppato una coda molto estesa ed Ŕ stata osservata e documentata da molti astronomi. Messier, che l'ha scoperta e osservata a lungo, ci ha lasciato (come suo solito) una lunga memoria, dalla quale possono essere tratte interessanti notizie sulla sua metodologia di ricerca ed osservazione di Comete. Due splendide carte e disegni della testa e della coda (qui riprodotte) corredano la memoria. Osservata in tutto il mondo fornisce anche l'occasione di curiositÓ astronomiche e non.
  • 1779, Una cometa tra gli Oggetti Messier
    Da una conferenza tenuta al Cirolo Astrofili di Milano
    La cometa del 1779, pur non essendo una grande cometa ha importanza storica in quanto durante la sua osservazione sono stati scoperti parecchi Oggetti sia da Messier che da altri.
    Per noi Italiani e in particolare per i Milanesi rappresenta il momento del vero debutto sulla scena internazionale dell'Osservatorio di Brera
  • La cometa del 1801 e la diatriba sulla prioritÓ della scoperta
    La scoperta della cometa del 1801 Ú stata oggetto tra gli astronomi frencesi e una garbata polemica e ha rappresentato l' entrata in scena di Pons, l'astronomo che ha scoperto pi¨ comete.
  • (*) Gallerie del cielo n.3, Il Catalogo di Messier, allegato alla rivista Nuovo Orione Nov. 2000, edito da Sirio Editore

    Aggiornato il: 9 settembre 2001